Differenze tra chew bags e snus

Mi è capitato spesso che le persone che mi vedono utilizzare le chew bags mi chiedessero se si trattasse di snus, poiché ne avevano sentito parlare o ne erano venuti a contatto durante qualche viaggio in Svezia o Norvegia. Per me è sempre molto difficile rispondere a questa domanda e quindi mi limito sempre a dire: “sì, più o meno sì, ma non proprio”.
Insomma do la classica risposta che non vuol dire nulla e che lascia colui che la pone con ancora più dubbi. Approfitto di questo blog per dare una risposta molto più esaustiva.
Snus e chew bags, pur essendo prodotti all’apparenza molto simili presentano delle grosse differenze che impattano sensibilmente sull’esperienza di utilizzo. 

Vuoi saperne di più sul perché lo snus è illegale in Unione Europea e in Italia? Leggi questo articolo!

lo spessore della bustina

Le porzioni di tabacco contenute in una confezione di chew bags, proprio come avviene per lo snus. sono contenute in piccole bustine.
Tuttavia le bustine delle chew bags sono decisamente più spesse. Ciò fa sì che le chew bags possano essere masticate leggermente senza che l’involucro che contiene il tabacco si rompa, come invece avverrebbe se si masticasse una bustina di snus.

il taglio del tabacco 

Come mai le chew bags hanno bisogno di essere leggermente masticate?
Me lo sono chiesto spesso e ancora oggi non ho una risposta certa a questa domanda. Credo però che dipenda dal diverso taglio del tabacco.
Nello snus svedese il tabacco è polverizzato e molto, molto umido.
Nelle chew bags, invece, il tabacco è tagliato in piccoli pezzetti ma è chiaro che si tratta di foglie di tabacco sminuzzate. Il tasso di umidità sembra essere inferiore rispetto allo snus.
La mia deduzione è che le chew bags debbano essere leggermente masticate per favorire il rilascio degli aromi e della nicotina.
Durante l’utilizzo mi capita spesso di togliere la bustina dalla gengiva per dargli almeno un paio di morsetti in modo tale da distribuire meglio il tabacco all’interno. In quei momenti la produzione di aromi aumenta sensibilmente, anche dopo che la bustina viene nuovamente posizionata tra labbro e gengiva. 

Il gusto e l’esperienza nel suo complesso

Sebbene molte persone, me compreso, adorino il gusto e l’aroma delle chew bags, se vi trovaste nella situazione di poter provare lo snus non potreste evitare di considerarlo molto diverso dal punto di vista del gusto.
Molti marchi di snus hanno lanciato anche una versione chew bags ma provandoli entrambi le differenze si notato eccome.
È molto difficile per me descrivere tali differenze ma posso dirvi che il tabacco polverizzato e così umido che viene usato nello snus ha un gusto caratteristico e inconfondibile, molto diverso dal gusto del tabacco contenuto nelle chew bags.
Le differenze a livello gustativo si riducono se un prodotto contiene altri aromi come il mentolo. In questi casi il gusto della menta va a coprire, in parte, quello del tabacco e notare le differenze è molto più difficile.
Se mai doveste andare in Svezia o Norvegia vi consiglio di acquistare, per esempio, una scatola di Goteborgs Rape (prodotto che non contiene molti aromi aggiunti al tabacco) e, una volta in Italia, di acquistare la versione chew bags. Provate entrambi i prodotti e capirete di cosa sto parlando.
Noterete che lo snus non solo ha un gusto diverso, ma l’esperienza nel suo complesso è diversa. Probabilmente il tabacco polverizzato e “bagnato” dello snus rende diverso anche il rilascio di nicotina e aromi. Personalmente trovo più forti gli snus rispetto alle chew bags, soprattutto quando si tratta di prodotti poco aromatizzati. 

conclusioni

Ecco, capirete che rispondere così a tutte le persone che mi chiedono se le chew bags che uso sono uguali allo snus svedese sarebbe piuttosto dispendioso in termini di tempo e decisamente prolisso. Probabilmente molte di quelle persone poi ci penserebbero due volte prima di rivolgermi qualsiasi altra domanda e io sono uno che ci tiene ad avere qualche contatto sociale. Magari la prossima volta potrò semplicemente mandargli il link a questo articolo su whatsapp! 

Precedente

Successivo